Gin

Gin e Genever

City of London Distillery

City of London Distillery

La City of London Distillery ha la sua sede nel centro di Londra, ha aperto nel 2012 ed è la prima ed unica distilleria, dopo 200 anni, nell’area dello Square Mile (che si sviluppa dalla riva del fiume Tamigi alla zona di Barbican e dalla Royal Court of Justice al Tower Hill). Produce al momento 8 Gin ed il primo è stato l’Authentic (40.3%), seguito da Christopher Wren, Old Tom, Square Mile, Sloe Gin, Six Bells, Murcian Orange e Rhubarb and Rose; a questi nel 2020 si è unito il Lime Navy Strength.
Mi piace aprire questo spazio dedicato ai Gin con la City of London Distillery perchè ho avuto il piacere di lavorare per questa distilleria e di migliorare notevolmente le mie conoscenze riguardanti il processo di distillazione.
Interessante aspetto della City of London Distillery è la possibilità di effettuare un tour, che comprende anche l’assaggio di alcuni Gin, all’interno della distilleria ed un corso nel quale poter creare il proprio gin al fianco del Master Distiller.

Authentic Dry
Si tratta di un classico London Dry dall’intenso profumo di ginepro e olii di limone, le botaniche presenti sono il ginepro, i semi di coriandolo, radici di angelica e liquirizia, scorza di limone, arancia e pompelmo che esplodono nell palato lasciando percepire un rinfrescante aroma di agrumi.

Christofer Wren
Questo Gin prende il nome dal famoso architetto Sir Christofer Wren e celebra l’architettura degli edifici dell’iconico skyline del centro di Londra. Con la programmazione del suo lancio nel mercato, anche la bottiglia cambia forma ricordando la cupola della Cattedrale di San Paolo vicinissima alla distilleria. Si tratta di un gin realizzato a quattro mani con la collaborazione dell’allora Master Disteller della Tanqueray Tom Nichol. Ancora un’espressione classica di London Dry ma che si concentra su un solo agrume, la scorza dell’arancia essiccata, trattata in maniera magistrale. Morbido e delicato il suo aroma diventa forte e ricco di arance candite al gusto, leggermente piccante riesce a riempire tutta la bocca di piccole sfaccettature di gusto che provengono da sole cinque botaniche (ginepro, semi di coriandolo, radici di angelica e liquirizia e scorza di arancia).

Old Tom
Come abbiamo accennato nell’articolo Il gatto miagola, questo stile di gin era stato inventato per sopperire la povera qualità prodotta durante il Gin Craze. Maggiore quantità di zucchero e spezie vennero aggiunte per rendere più bevibile la miscela e per nascondere il cattivo sapore delle impurità presenti in essa. Note di pino e di spezie infornate emergono al primo assaggio, è morbido, rotondo e delicato; la componente dolce risulta molto ben bilanciata grazia ad una importante presenza di essenze di agrumi. Botaniche semplici come radici di giaggiolo e corteccia di cannella unite alle classiche come ginepro, semi di coriandolo radici di angelica e scorze di arancia e limone, rendono questo Gin intenso e delicato.

Square Mile
Ė stato lanciato nel 2016 e prende il nome dall’omonima area nella City di Londra, innegabilmente si tratta di un Gin che si presta meravigliosamente nei cocktails, eccelle nei Martini, Gimlet, White Lady ma anche nei Collins. Un importante profumo di ginepro e di pepe nero sfuma nelle note fresche degli agrumi appena sbucciati che ne esalta il carattere tipico di un classico Gin secco. Le botaniche presenti sono ginepro, semi di coriandolo, radici di angelica e liquirizia, buccia d’arancia e pompelmo e scorza di limone. Il ginepro resta il grande protagonista ma la presenza del limone e del pompelmo conferiscono freschezza, mentre la buccia d’arancia rotondità e morbidezza al gusto che progredisce con un’incalzare di sapori dato dalla presenza della liquirizia. Sul palato resta un lungo sapore “erbaceo” e di limone evidenziato soprattutto dalla concentrazione alcolica.

Sloe Gin
Nell’articolo Arabi e Monaci a confronto abbiamo citato al produzione casalinga di liquori e rosoli. Questo stile di Gin divenne popolare quando gli agricoltori inglesi cominciarono ad usare le bacche di prugnolo (Prunus spinosa) oltre che per recintare i campi, anche per immergerle nel Gin al fine di rilasciare la dolcezza residua e il sapore di prugna della bacca stessa. Lo Sloe Gin City of London è molto semplice e classico, le bacche vengono immerse nel Authentic Dry per un periodo di circa 9 mesi per estrarre il massimo sapore possibile. Fruttato e dolce (ma non eccessivamente!) al palato è ricco di note di frutti rossi, ciliegie mature, prugne e marzapane; si sposa perfettamente con il bitter lemon, oltre che con la classica tonic water, ed una fetta di limone come garnish.


Six Bells
Un nome originale proprio come questo Gin nato solo 2 anni fa. Si rifà ad una filastrocca dell’asilo che si riferisce alle campane delle chiese nelle vicinanze della City di Londra. Pur esaltando le note aromatiche del limone, il Six Bell, rimane il Gin adatto ai bevitori di Gin perché le altre botaniche, quali ginepro, semi di coriandolo, radici di angelica e liquirizia, buccia di limone, arancia e pompelmo non vengono soprafate. Il gusto del limone ricorda molto quello del sorbetto e la freschezza dei dissetanti drinks estivi. Sfortunatamente, insieme al Murcian Orange e al Navy Strength Lime, non è facile reperirlo nel mercato italiano al momento.

Murcian Orange
Lanciato contemporaneamente al Six Bells questo Gin vuole essere il contrasto, in termini di profilo di sapori, risulta maggiormente speziato ed aromatico con un delizioso bilanciamento tra l’amaro ed il dolce dell’arancia. Ideale per i Negroni se si vuole aggiungere una nota piccante al gusto originale, senza stravolgere il risultato finale. Esclusa la buccia del pompelmo contiene le stesse botaniche del Authentic con l’aggiunta importante del cardamomo e della cannella; quali conferiscono un gusto morbido, caldo ed intenso.

Navy Strength Lime
Si tratta dell’ultimo arrivato in casa City of London Distillery, un Gin vibrante lanciato nella primavera del 2020. Si inspira agli agrumi trasportati da terre lontane durante la nascita dell’Impero britannico. Il gusto ricorda la marmellata ma l’alta gradazione alcolica bilancia bene gli elementi dolci con quelli secchi. Le botaniche presenti sono il ginepro, i semi di coriandolo, le radici di angelica e liquirizia, la buccia del lime, lime interi e buccia d’arancia candita. Fresco e floreale non si discosta però dalla consistenza tipica del Gin.