Agnolotti di patate e cipolle di Nonna Felicina

La Ricetta del Lettore
Gli Agnolotti di patate e cipolle, inizialmente, erano quelli che la mia nonna paterna, Felicina, faceva in occasione delle feste comandate.

Infatti i Cagliaritani meno abbienti potevano permettersi solo gli agnolotti di patate e cipolle, per la semplice ragione che patate e cipolle non costavano molto, ed il pecorino veniva portato dai paesi limitrofi.

Gli agnolotti di patate e cipolle non erano infatti mangiati dalle persone ricche (come invece abbiamo visto nella ricetta Ravioli (Agnolotti) alla Cornelia) perché al contrario, i ravioli che loro mangiavano erano ripieni di ricotta e spinaci. Nella mia famiglia questi agnolotti non sono mai mancati durante le feste, e per mio padre non era Natale senza un abbondante piatto di Agnolotti di Nonna Felicina.

Tutte le parole evidenziate in questa ricetta sono dei link ed aprono nuove finestre dove potete trovare suggerimenti e il materiale necessario alla realizzazione.

Agnolotti di patate e cipolle
Un bel piatto di Agnolotti di Nonna Felicina

Una gustosa realizzazione della nostra Lettrice Donatella

Complimenti ottimo lavoro

Per la pasta degli Agnolotti di patate e cipolle

  • 2 Parti Farina tipo 1
  • 1 Parte Semola rimacinata
  • 2 Cucchiai Strutto
  • Sale quanto basta
  1. Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e morbido
  2. Quindi lasciare riposare l’impasto per mezz’ora coprendolo con un canovaccio

Per il ripieno degli Agnolotti di patate e cipolle

  • 4/5 Patate grandi a buccia rossa
  • 1/2 Cipolle rosse grandi
  • Pecorino e Parmigiano grattugiato a piacere
  • Un pizzico di aglio disidratato
  • 1/2 Bicchiere vino bianco secco
  • Sale quanto basta
  1. Successivamente bollire le patate, pelarle e passarle allo schiaccia patate
  2. E ancora Tritate finemente le cipolle e soffriggere in una padella in abbondante olio evo, con il pizzico di aglio disidratato. La cipolla non deve imbiondire ma sudare e rammollirsi. Infine al termine cottura sfumare con un po’ di vino bianco secco

Il riposo in frigorifero

  1. Quindi fare raffreddare
  2. Unire tutti gli ingredienti fino ad amalgamare bene il composto
  3. Fare riposare il ripieno per mezz’ora in frigorifero
  4. Stendere la pasta fino ad ottenere delle strisce larghe 15 cm e con uno spessore di 2mm

La preparazione degli Agnolotti di patate e cipolle

  1. Mettere al centro una pallina grande quanto una noce di ripieno e chiudere bene, formando il classico raviolo quadrato. Infatti, questa antica ricetta prevede che il raviolo sia grande circa 7/8 cm per ciascun lato
  2. Una volta pronti per la cottura, mettere in pentola con abbondante acqua salata portata a bollore. I ravioli devono essere pochi per volta per evitare che possano rompersi durante la cottura
I tempi di cottura variano a seconda dei tipi di farina utilizzati, ma vale comunque la regola per la cottura della pasta fresca, che prevede 3/4 minuti di cottura dalla ripresa del bollore

Questi Agnolotti di patate e cipolle possono essere conditi con un classico sugo di pomodoro in tutte le sue varianti.

Nel tempo e con un migliore situazione economica, anche la ricetta degli agnolotti di patate e cipolle ha subito delle modifiche, infatti al pecorino è stato aggiunto il parmigiano e la cipolla di tipo biondo o bianco, dal sapore deciso, è stata sostituita dalla cipolla rossa, più dolce e delicata.

Seguici anche sui nostri canali

Oppure iscriviti alla nostra Newsletter per essere sempre aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *